Borgate dal Vivo

IL FESTIVAL
delle
Borgate Alpine

Festival culturale itinerante delle borgate alpine

Borgate dal vivo è un progetto di rinascita.

La rinascita delle borgate alpine, il riscatto culturale di un vasto territorio che sta vivendo un fortissimo ritorno, demografico ed economico, attraverso eventi culturali.

Scopri il programma 2018

Il festival

Tutte le tappe dell'edizione 2018 del Festival, clicca sull'immagine per maggiori dettagli

Gli ospiti

Scrittori, attori, musicisti. La cultura al centro dei piccoli luoghi

Incontrano i Luoghi

7 Regioni, 47 comuni e borgate. La bellezza delle nostre terre, la poesia dei nostri luoghi

Ultime novità

Un festival itinerante in costante aggiornamento

Borgate dal vivo e la nuova stagione teatrale ad Avigliana Mercoledì 17 Ottobre

PAUSE, RIFLESSIONI IN TEATRO

Riparte dal 23 novembre 2018 la stagione teatrale al "Fassino" di Avigliana (TO)

Da novembre 2018 a giugno 2019, una lunghissima stagione teatrale condita di grandi nomi, preziose collaborazioni e un’offerta multidisciplinare per tutti.

La gestione e la direzione artistica sono affidate all'Associazione Culturale Revejo, che proprio ad Avigliana ha portato negli ultimi due anni grandi nomi all’interno del festival Borgate dal vivo. Dopo Elio Germano, Guido Catalano e Giuseppe Cederna, ecco un progetto che porterà al Teatro Fassino ben 21 spettacoli.

Spettacoli immaginati in forte relazione con il territorio e con una coerenza di temi che possa portare gli spettatori a una riflessione sull’uomo e sulla società moderna, con uno sguardo al recente passato e uno proiettato sul futuro. Non manca nemmeno una certa continuità con il passato, grazie alla presenza in cartellone Piccola Compagnia della Magnolia.

Gli spettacoli serali
Sette gli spettacoli serali in programmazione. Si parte venerdì 23 novembre con un grande interprete del cinema italiano, Enrico Lo Verso, recentemente al cinema nelle sale nei panni di Michelangelo. L’affascinante attore aprirà la stagione con la sua interpretazione di “Uno Nessuno Centomila”. È noto il legame di Luigi Pirandello con il nostro territorio e il lavoro di Lo Verso sta ottenendo successi e riconoscimenti in tutta Italia.
A gennaio 2019 Chiara Buratti sarà in scena con “L’ultimo giorno di Sole”, testi e musiche dell’indimenticato Giorgio Faletti. A febbraio Simone Cristicchi porterà in scena, per la prima volta in Piemonte, “Esodo”, un racconto per voce, parole e immagini, di una storia del nostro Paese.
La chiusura sarà affidata al multi premiato spettacolo “Ad un passo dal cielo (W la mafia)”, della compagnia siciliana Prima Quinta.

Il teatro, per la stagione 2018/2019, farà parte di una prestigiosa rete, insieme a Rivoli Musica e Balletto Teatro Torino, che porteranno ad Avigliana alcuni dei loro spettacoli.

Gli appuntamenti per le famiglie e le scuole
A completare la proposta 4 appuntamenti per le famiglie, in scena la domenica pomeriggio, con protagonisti amati da tutti: da Babbo Natale alla Pimpa, passando per La Gabbianella e il Gatto e Il Mago di Oz.
Non mancheranno 5 mattinate dedicate alle scuole di ogni ordine e grado.

"Pause", spazio alle storie
Alberto Milesi, neo direttore artistico della rassegna, presenta con queste parole la stagione del Fassino: “Abbiamo voluto dare spazio alle storie. Storie di uomini. Storie capaci di insegnarci qualcosa. Con uno sguardo attento al nostro tempo e un legame forte con questo territorio. C’è spazio per i più piccoli e per le loro famiglie, con spettacoli pensati per divertire e avvicinare tutti al teatro. Quattro pomeriggi per stare insieme vivendo avventure bellissime. L’offerta per le scuole vuole mostrare ai ragazzi un teatro affascinante e capace di far maturare nuove riflessioni sulle quali ragionare insieme”.

Per info e prenotazioni: info@borgatedalvivo.itBorgate dal vivo

Leggi tutto
"Diario di viaggio 2018". Le parole degli artisti Venerdì 12 Ottobre

Dal 16 giugno al 16 settembre 2018, nel corso dei tre mesi della terza edizione di Borgate dal vivo abbiamo fatto correre, lungo i 2000 chilomentri del festival, un diario di viaggio dove raccogliere le impressioni e le emozioni degli artisti che hanno animato Borgate dal vivo.

Siamo grati agli artisti che hanno voluto lasciare anche una traccia "grafica" sulla pelle e il cuore di Borgate dal vivo. 

Ne è venuto fuori un coloratissimo e vario compendio di pensieri poetici, ironici, riflessivi. Eccoli.

 

Ad un posto magico,
A della bella gente.
Grazie per essere stati poco demoscopici insieme a me!
(Mirkoeilcane, Ventimiglia, IM, 16 giugno 2018)

Nel giorno del solstizio d'estate, mi avete portato in un posto stupendo, senza il caldo di Torino!
Grazie Borgate dal vivo, vi avevo promesso la mia presenza, ed eccomi qui!
(Marco Marsullo, Gaiola, CN, 21 giugno 2018)

Borgate dal vivo è un festival magnetico, prova ne sia il magnete stesso del festival.
Le storie sono paesi, chi le ascolta li abita.
Grazie a Borgate dal vivo perché ripopola i borghi dei paesi che sono le storie.
(Alessandro Barbaglia, Avigliana, TO, 23 giugno 2018)

Grande serata in chiesa, mentre io leggevo di un'altra chiesa cubana, con zampe di falene, catene, rum e canna da zucchero
(Enrico Remmert, Manta, CN, 30 giugno 2018)

Sono stanca ma con lo sguardo pieno di bellezza grazie a questi posti.
(Laura La Vecchia, FFFortissimo Guitar Quartet, Manta, CN, 30 giugno 2018)

Grazie mille per averci invitati qui. Tornerò a trovarvi e a fare un tuffo in uno a caso dei due laghi. Baci.
(Teho Teardo, Avigliana, TO, 5 luglio 2018)

Borgate dal vivo è uno dei festival più suggestivi a cui abbia partecipato. Per me, ricercatore di bellezza, un successo.
(Federico Sirianni, Rivalta, TO, 8 luglio 2018)

Un grazie di cuore per la bellissima serata. Splendido il Castello di Rivalta.
(Matteo Castellan, Rivalta, TO, 8 luglio 2018)

In una bella serata al Castello di San Giorio, parlando di tante cose.
(Enrico Pandiani, Castello di San Giorio, TO, 11 luglio 2018)

A quelli di Borgate dal vivo, grazie per avermi fatto conoscere questo posto! Alla prossima.
(Giampaolo Simi, Castello di San Giorio, TO, 11 luglio 2018)

Dentro le parole stanno i mondi.
Dentro ciascun mondo ci stanno le storie.
Dentro le storie ci stanno le vite, le resistenze.
Diciamole le parole.
Ci servono per vivere.
Ci servono per resistere.
(Piero Ferrante, Castello di San Giorio, TO, 11 luglio 2018)

Lievemente a Costigliole Saluzzo.
(Alberto Campo, Costigliole Saluzzo, CN, 13 luglio 2018)

Io e Francesco (falso pugliese) ci troviamo bene e facciamo delle belle cose. Tiè!
(Cristiano Godano, Costigliole Saluzzo, CN, 13 luglio 2018)

Sotto la pioggia in mezzo ai boschi, attraversando torrenti ma poi...
Un luogo magico con un'energia magica.
Un luogo ideale per suonare e parlare con la musica.
Grazie a Borgate dal vivo per averci portati in questa meraviglia.
(Giorgio Mirto, Certosa di Montebenedetto, Villar Focchiardo, TO, 14 luglio 2018)

Thank you for a wonderful...
(Raymond Burley, Certosa di Montebenedetto, Villar Focchiardo, TO, 14 luglio 2018)

“Forse davvero ci piace, sì ci piace di più...”
(Bruno Ruffilli, Torre Pellice, TO, 21 luglio 2018)

Sono stato a Una Torre di Libri, a Torre Pellice, e sono stato benissimo.
Per cui grazie a tutti!
(Cristiano Godano, Torre Pellice, TO, 21 luglio 2018)

A Borgate dal vivo, che rende piacevole anche la pioggia.
(Saverio Tommasi, Barge, CN, 28 luglio 2018)

Voglio dire grazie a Borgate dal vivo e a Due parole in riva al mare per avermi ospitato, ieri, in questo incanto. E grazie pure a “I sognatori”, per quelle trofie alla genovese che sento già la nostalgia. Ci vogliono coraggio e bravura per lavorare così bene sui libri e con i libri: e queste persone ne hanno.
(Valentina Farinaccio su Instagram il 28 luglio 2018, Imperia, Borgo Foce, 27 luglio 2018)

A pochi passi da un confine che (di nuovo) uccide, un momento di cultura e speranza. Grazie a Borgate!
(Carlo Greppi, Melezet, Bardonecchia, TO, 29 luglio 2018)

A Borgate dal vivo, sotto il San Michele con Gianmaria e il nostro Mediterraneo.
Buon viaggio e grazie (anche a RadioOhm!)
(Giuseppe Cederna, Avigliana, TO, 29 luglio 2018)

Era la giornata che avevo bisogno di vivere. Grazie Borgate dal vivo.
(Giorgio Signorile, Chianocco, TO, 4 agosto 2018)

Ma la bellezza di essere qui a Chianocco, voi non ne avete idea! Grazie mille.
(Roberto Camurri, Chianocco, TO, 4 agosto 2018)

A Borgate dal vivo!!! Noi non temiamo la pioggia.
(Bandakadabra, Bussoleno, TO, 4 agosto 2018)

Usseaux, sotto un tendone bianco e tamburellante ma comunque una serata davvero bellissima!
Grazie Borgate dal vivo!
(Accademia dei Folli, Usseaux, TO, 5 agosto 2018)

Renzo Videsott, lungimirante e visionario direttore del Parco del Gran Paradiso (1944-1969) diceva di lavorare “per la salute e la gioia dei figli dei nostri figli”. Ecco, penso che manifestazioni come Borgate dal vivo facciano esattamente questo.
(Faber Teater, Salbertrand, TO, 9 agosto 2018)

Grazie ad Alberto e a tutto il team di Borgate dal vivo.
Non solo per le “mie” presentazioni ma per tutto il lavoro che fanno a favore delle piccole borgate alpine e delle persone che faticosamente le abitano. Sono loro il vero collante con la natura.
(Franco Faggiani, Madesimo, SO, 11 agosto 2018 e San Sicario, TO, 13 agosto 2018)

Una bellissima esperienza, l'esempio più tangibile ed evidente di cosa significhi essere una borgata viva e vibrante. Orgoglioso di aver partecipato.
(Gabriele Gallo, Oulx, Borgata Vazon, TO, 12 agosto 2018)

Nella borgata più viva che mai!
(Luca Mercalli, Oulx, Borgata Vazon, TO, 12 agosto 2018)

Amo i piccoli paesi, soprattutto quelli di montagna, e ancor di più amo l'idea di portarci della musica che altrimenti non sarebbe lì.
Per questo W Borgate dal vivo!
(Carlot-ta, Caraglio, CN, 14 agosto 2018)

Le borgate dal vivo sono più belle soprattutto in vostra compagnia. Aspetto la mia targa di legno col nome sbagliato.
La vostra direttrice superonoraria.
(Giusi Marchetta, Taleggio, BG, 17 agosto 2018)

Borgate dal vivo mi ha portato a parlare di grunge in una galleria d'arte. A tutto ho pensato, fuorché alla gentrificazione della mia gioventù selvaggia.
(Andrea Pomella, Torino, 24 agosto 2018)

NUOVI AMICI! = NUOVA MUSICA!
Non Blues Ultra
(Adriano Viterbini, Torino, 24 agosto 2018)

Io oggi mi sono divertito tantissimo. C'erano tanti amici, le poesie, i cani e la bibita gassata che mi piace tanto ma non mi ricordo come si chiama. Adesso torno a casa contento.
(Paolo Agrati, Vinadio, CN, 25 agosto 2018)

Sono pronto: il prossimo libro che scriverò si intitolerà “Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi di... Saluzzo”! Che è bellissima.
Grazie dell'ospitalità.
(Luca Iaccarino, Saluzzo, CN, 30 agosto 2018)

Grazie a Borgate dal vivo la cultura e la bellezza della montagna incontrano un pubblico di appassionati della vita e della natura. Un grazie di cuore.
(Hervé Barmasse, Sauze d'Oulx, TO, 31 agosto 2018)

Grazie a Bruzolo, metropoli del mio cuore, dove ambienterò il mio prossimo romanzo!
(Enrica Tesio, Bruzolo, TO, 1° settembre 2018)

“Gli esami non finiscono mai”, come dice il grande nonno di tutti noi guittacci.
Eppure che meraviglia questi esami: vorrei che non finissero mai.
Evviva Borgate dal vivo!
(Orlando Manfredi, Castelletto sopra Ticino, NO, 8 settembre 2018)

Uno spettacolo sulla libertà di essere folli, in una valle che lotta contro la follia di un treno.
Grazie dell'accoglienza!
(Wu Ming Contingent, Venaus, TO, 15 settembre 2018)

Com'è che si chiama 'sto posto? Masino? Mesino? Maisino?
Vabè, ci pensiamo il prossimo anno (forse).
Intanto grazie da me, tanti bambini colorati e una mucca volante.
(Pino Pace, Miasino, NO, 16 settembre 2018)

 

 

 

Leggi tutto
Premio Borgate dal vivo 2018 a Oulx Lunedì 08 Ottobre

Si è svolta venerdì 5 ottobre 2018 a Oulx (TO), presso la Sala Consiliare del Comune, la serata conclusiva della terza edizione del festival Borgate dal vivo.

L'appuntamento si è svolto all'insegna della festa, attraverso appassionati interventi da parte degli ospiti intervenuti a favore di un festival culturale che, nella sua terza edizione, ha fatto registrare un'ulteriore crescita nei numeri e nell'apprezzamento del pubblico e dei partner coinvolti. 

Sono stati assegnati anche i premi Borgate dal vivo relativi all'edizione 2018 ed è stata colta l'occasione per anticipare alcuni progetti a cui lo staff di Borgate dal vivo sta lavorando per quel che rimane del 2018 e per il 2019.

L'incontro è stato aperto dal saluto di Paolo De Marchis, sindaco di Oulx, che tra i primi ha creduto in Borgate dal vivo e che è intervenuto su Il ruolo dei piccoli comuni nei progetti culturali e l’importanza di fare rete.
A seguire, Daniele Valle, presidente Commissione cultura della Regione Piemonte ha parlato dell'importanza dei quasi 50 comuni del Piemonte coinvolti in tre anni di festival e dell'’importanza per la Regione dei piccoli centri e dei festival diffusi.

Il "racconto del festival" è stato introdotto da Alberto Milesi, direttore artistico e di produzione di Borgate dal vivo, il quale ha anche presentato gli ospiti presenti e fatto un quadro sui risultati della terza edizione del festival delle borgate alpine (e non solo).
Alessandro Barbaglia, presidente onorario di Borgate dal vivo 2018 ha salutato i presenti e raccontato la sua esperienza al festival.
Francesco Piperis, responsabile della comunicazione di Borgate dal vivo ha fatto il punto su cosa ha significato  Raccontare un festival dal mare a 2000 metri.

In video è intervenuto Nicola Lagioia, direttore editoriale del Salone Internazionale del Libro di Torino che, nel 2019, ricoprirà la carica di presidente onorario di Borgate dal vivo. Lagioia ha sottolineato il ruolo strategico e vitale che ricoprono iniziative culturali che si occupano di luoghi piccoli e periferici e di quanto il "piccolo", in sinergia con il "grande" possa realizzare grandi progetti di diffusione culturale.

Sono poi intervenuti gli artisti presenti al tavolo dei relatori, che quest'anno hanno realizzato interventi e spettacoli all'interno di Borgate dal vivo. Da tutti è stata messa in evidenza, attraverso l'ironia e il calore delle parole, la dimensione intima, di cura e di presenza di Borgate dal vivo. Riflessioni emerse dalle bellissime ed emozionanti parole di Giuseppe Cederna, Pino Pace, Enrico Remmert, Saulo Lucci, Orlando Manfredi e dello stesso Alessandro Barbaglia.

Borgate dal vivo, nel 2018, ha seguito con grande attenzione e partecipazione i temi caldi e ha dato il suo contributo di riflessione e proposta sulle migrazioni, sui 40 anni della "Legge Basaglia", sulle iniziative per i bambini.

A proposito delle migrazioni, Giuseppe Cederna è intervenuto anche per raccontare la sua esperienza, portata in scena con lo spettacolo "Da questa parte del mare". Ha anche letto alcuni brevi testi che, ancora una volta, hanno restituito l'intimità e la poesia della sua presenza. 

L'incontro è stata anche l'occasione per ringraziare i 18 festival in rete dell’edizione 2018, i 40 comuni e borgate coinvolti.

A seguire sono stati consegnati i premi per gli autori, per il festival, il comune e la borgata, che secondo l’organizzazione, hanno saputo accogliere meglio i temi e gli scopi del festival. A loro è stato affidato un “Punto Arcobaleno”, ovvero una cassetta colma di libri dedicata al bookcrossing per i più piccoli. Un bellissimo progetto di socialità per favore l’approccio alla lettura delle nuove generazioni. Le sculture in legno sono state realizzate da Alberto Milesi.

Queste le motivazioni dei premi conferiti:

- Giuseppe Cederna: Per il suo impegno artistico e civile su uno dei temi che hanno caratterizzato Borgate dal vivo 2018 e per la sua sensibilità umana.

- Enrico Remmert: Per la forza e le bellezza dei suoi racconti, capaci di ritrarre una città come Torino come in un film. Inoltre ci piace la similitudine tra un libro di racconti e il nostro festival, fatto di tante tappe e quindi tante storie.

- Saulo Lucci: Per il lavoro di produzione di grande rilevanza artistica che porta avanti con il suo Dante e per la costante presenza dentro al nostro festival, valore aggiunto per noi.

- Orlando Manfredi: Per la grande professionalità dimostrata nell’evento di Castelletto Ticino.

- Pino Pace: Per la capacità di coinvolgere nei suoi racconti e nei suo lavori bambini e persone di tutte le età.

- Comune di Rivalta di Torino: Per la preziosa collaborazione durante gli eventi e per la generosità del pubblico.

- Borgata Celle di Caprie: Per la crescente partecipazione di pubblico e la cura nell’accoglienza del festival.

- Festival Una Torre di Libri: Per il prezioso lavoro sul territorio e la professionalità con cui vengono gestite la produzione del festival e l’attenzione verso gli artisti.

- Anffas Onlus Borgomanero: per l’impegno e la cura con cui è stato realizzato l’evento di Borgomanero con lo scrittore Alessandro Barbaglia, un dono speciale per tutto il festival.

A conclusione dell'incontro è seguito un rinfresco con prodotti tipici del territorio.

Borgate dal vivo è in continuo movimento. Mentre si immagina l'edizione 2019, si lavora al progetto "Borgate dal vivo 365" attraverso iniziative e appuntamenti che attraversino l'intero anno.

Le foto dell'incontro sono di Edoardo Pivi, foto-videomaker di Borgate dal vivo

 

 

Leggi tutto