Sabato 31 Luglio

Musica e Parole


Performance

Teresa De Sio in dialogo con Saverio Tommasi sui diritti umani

Spettacolo sponsorizzato da NovacoopTeresa De Sio in dialogo con Saverio Tommasi sui diritti umani

31 luglio 2021, ore 21.00
Piazza Cavour, Bussoleno (TO)

 

Spettacolo sponsorizzato da Novacoop


Prenotazione obbligatoria attraverso il form qui sotto
 

Teresa De Sio incontra il giornalista Saverio Tommasi per un dialogo sui diritti umani, sulla musica e sulla sua carriera.
A seguire, De Sio eseguirà alcuni suoi brani accompagnata al pianoforte da Francesco Santalucia.

La foto di Teresa De Sio è di Emiliana Aligeri.

 

Teresa De Sio, nata a Napoli è un'artista libera, indipendente, innovatrice e sperimentatrice. I suoi album, (duemilioni e mezzo di copie vendute), li ha sempre decisi da sola e autoprodotti. Dal 2004 li ha anche pubblicati attraverso la propria etichetta indipendente, la C.O.R.E., fondata all’inizio degli anni 2000 insieme Marialaura Giulietti.

Ama presentarsi come una folksinger d’autore: “... la musica folk è il rock del popolo. Con il folk si impara a rispettare gli uomini e le donne del nostro mondo, a riconoscerne il passato e grazie a quello guardare al futuro...”

Negli anni ha rappresentato la coerenza e la forza del rinnovamento. 

Profonda ed antica l'amicizia con Pino Daniele soprannominati il re e la regina di Napoli o come amavano definirsi loro il gallo e la gallina. Il suo penultimo lavoro discografico e dedicato proprio all'amico scomparso. 

Artista poliedrica ha sempre amato il confronto e la contaminazione. Innumerevoli le collaborazioni con artisti quali, Pino Daniele, Fabrizio De Andrè, Brian Eno, Steward Copeland, Vinicio Capossela, Giovanni Lindo Ferretti, Daniele Sepe, Raiz, Ginevra Di Marco, Peppe Voltarelli, Piero Pelù, Fiorella Mannoia, Ivano Fossati, Mauro Pagani e molti altri. 

Porta in giro per il mondo la sua musica nei Festival più importanti da Ravello a Bankok, da New York a Istambul, Il suo impegno artistico non si ferma tuttavia alla musica E' infatti autrice insieme a Giovanni Lindo Ferretti dello spettacolo, di cui cura la messa in scena, CRAJ, dedicato ai capostipiti della musica popolare pugliese da Matteo Salvatore, Uccio Aloisi, i Cantori di Carpino, musicisti che vivono la musica come un prolungamento della propria esistenza, paladini della tradizione orale. Da questo spettacolo verrà tratto anche l'omonimo film che con la regia di Davide Marengo vincerà al Festival di Venezia il premio Miccichè come miglior opera prima.

Inoltre è apprezzata autrice di romanzi: “Metti il diavolo a ballare(Einaudi 2009) e L'Attentissima (Einaudi 2015).


Ospiti

Prenotazione

Per questo evento sono ancora disponibili 166 posti.