Michele Petrucci

Fumettista

Michele Petrucci nasce nel 1973. Vive e lavora a Fano (PU).

Ha pubblicato i romanzi a fumetti "Keires", "Sali d'argento" (Innocent Victim), tradotti anche in Francia e negli USA, "Numeri" (Magic Press), "Metauro", "Il brigante Grossi e la sua miserabile banda" (Tunué) e "A caccia di rane" (Topipittori).

Ha disegnato "Il vangelo del coyote2 (Guanda) e la trilogia "FactorY" (Fernandel), su testi di Gianluca Morozzi.

Ha vinto il Premio Nuove Strade e il Premio Attilio Micheluzzi come miglior sceneggiatura.

Per Coconino Press/Fandango ha realizzato "I pesci non hanno sentimenti" (2015) e "Messner. La montagna, il vuoto, la fenice" (2017).

Del 2017 è anche la nuova edizione, a colori, de "Il vangelo del coyote" (Mondadori).

Collabora con "Il Corriere della sera" e con "il manifesto".

Niente trucchi è il blog di Michele Petrucci.

 

Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press, 2017)

La vita di Reinhold Messner, una vera e propria leggenda vivente dell’alpinismo e dell’avventura. Una biografia a fumetti che è anche una riflessione profonda sui valori che la natura ispira e ci consegna. Il pericolo, temuto da tutti, la lentezza di cui tutti abbiamo bisogno e il senso di eternità e assoluto che ci è necessario per misurare i nostri limiti e immaginare noi stessi.

Grande rocciatore, alpinista in grado di aprire nuove vie e prime assolute, ma anche scrittore, esploratore, fondatore e direttore di musei… Reinhold Messner, nato a Bressanone nel 1944, è una leggenda vivente per gli appassionati di montagna e di avventura. La sua filosofia di ridurre al minimo indispensabile l’uso dei mezzi artificiali, diventata un punto di riferimento mondiale per tutto ciò che riguarda la montagna, ha collocato l’alpinismo in una dimensione più prossima all’arte che allo sport. La rinuncia, la sconfitta come mezzo per raggiungere la meta, la massima esposizione al rischio come mezzo per misurare se stessi sono elementi con cui ogni artista deve imparare a misurarsi.

La biografia a fumetti di Michele Petrucci, scritta in collaborazione con lo stesso Messner, ripercorre i momenti più importanti della sua vita. Le montagne, dalla prima scalata a cinque anni fino alla conquista, primo uomo nella storia, di tutti i 14 ottomila metri della Terra. Le traversate. Le spedizioni attraverso deserti e lande ghiacciate, seguendo le vie dei primi esploratori. Dalla traversata dell’Antartide fino all’attraversamento del deserto di Gobi, a 60 anni. Lo studio e la memoria. Dalle ricerche sulla leggenda dello Yeti fino all’apertura dei musei della montagna, per preservare un bene ambientale prezioso per tutti noi.

Dalle splendide tavole ad acquerello di Petrucci emerge il racconto di un’esistenza che non ammette limiti né restrizioni, perennemente proiettata a raggiungere l’assoluto.


Appuntamenti

Domenica 09 Settembre

Fumettisti ad Andreis presso Andreis (PN)