Guido Catalano ad Avigliana (TO)

Venerdì 18 Agosto 2017, ore 21.30, Piazza Conte Rosso, Avigliana (TO)
GUIDO CATALANO – Ogni Volta Che Mi Baci Muore Un Nazista

Guido Catalano torna a Borgate dal vivo con il suo tour Ogni volta che mi baci muore un nazista.
Un appuntamento da non perdere nella medievale Piazza Conte Rosso di Avigliana (TO), uno spettacolo esilarante in una delle location più belle dell’intero festival.

Attenzione: In caso di maltempo lo spettacolo si terrà presso l’Auditorium Bertotto, in Via Cavalieri di Vittorio Veneto, 3 di Avigliana. Data la capienza limitata, nel caso l’accesso sarà consentito a solo 100 persone. Pertanto, in caso di maltempo conclamato verranno distribuiti 100 ingressi omaggio a partire dalle ore 20.30 presso l’ingresso dello stesso Auditorium.

Guido Catalano
Il ritorno del poeta che voleva, ed è riuscito, a diventare una rockstar.
Vate dall’anima rock, infaticabile pellegrino dei club musicali di tutta Italia, il poeta torinese è pronto a ripartire con il suo trolley per portare in tutta Italia i versi della sua nuova raccolta di poesie: Ogni volta che mi baci muore un nazista (Rizzoli Libri).
Dopo essersi brevemente rigenerato tra i luoghi amici della capitale sabauda, Guido Catalano, il poeta, scrittore e performer torinese più chiacchierato del nostro Paese, si rimette in marcia per svelare i versi del suo nuovissimo libro di poesie, intitolato Ogni volta che mi baci muore un nazista (uscito il 2 febbraio 2017 per Rizzoli) e farli riecheggiare in tutto lo Stivale con una nuova, lunga, serie di esibizioni live.

Il volume esce a quattro anni di distanza dall’ultima raccolta di poesie (Piuttosto che morire m’ammazzo – Miraggi Edizioni, 2013) e segna il ritorno del poeta, dopo un appassionante viaggio nel mondo della prosa, culminato con la pubblicazione del primo e fortunatissimo romanzo D’amore si muore ma io no (Rizzoli – 2016).

Nelle oltre 300 pagine di Ogni volta che mi baci muore un nazista, Catalano ha raccolto 150 poesie inedite per un nuovo coinvolgente viaggio fatto di dialoghi tra innamorati, indomabili versi, travolgenti emozioni e un pizzico di erotismo. Il tutto restando fedele al suo stile unico, un modo inconfondibile di raccontare l’amore fortemente legato al carattere decisamente sui generis dell’autore torinese: uno che, in fondo, il sogno giovanile di fare la rockstar non lo ha mai del tutto abbandonato anche quando si è innamorato perdutamente della poesia, uno che, perciò, i sentimenti li ha sempre raccontati a modo suo, stravolgendo le regole dei classici reading per trasformarli in veri concerti di parole, sui palchi dei più prestigiosi live club italiani.

Così, dopo le 10.000 persone che lo hanno abbracciato nel corso del suo ultimo Grand Tour, dopo più di 100 date in tutto lo Stivale (Molise compreso), oltre 2500 poesie lette, 200 ore da poeta live, 34.000 km percorsi, via terra, acqua e aria (quest’ultima se proprio necessario), 30 ore di applausi (tempo effettivo), 50 ore di risate (tempo effettivo), 200 litri di acqua bevuti, 500 brindisi (ma giusto per bagnarsi le labbra), 3 poltrone (utilizzate per rendere più calorosa la scenografia), 2 minuti di silenzio (in ricordo delle due poltrone cadute nel corso del tour), 5000 persone del pubblico che si sono baciate e 30.000 nazisti morti (alcuni ci hanno dato dentro parecchio), Guido Catalano è pronto a ripartire per una nuova e poeticissima avventura attraverso il Belpaese.

www.guidocatalano.it
www.viaaudio.it